PROGETTO SPELEO-ARCHEOLOGICO “CASSANO ALLO IONIO 2017″

cassanoFinalità del progetto

Questo progetto nasce dall’esigenza di un riordino e potenziamento delle conoscenze speleo-archeologiche dei fenomeni sotterranei ricadenti nel territorio comunale di Cassano allo Ionio (Cosenza). Com’è noto, le cavità naturali presenti in questo comprensorio territoriale, affacciato sull’ampia Piana di Sibari, possiedono una lunga storia: riconosciute come sede di remote frequentazioni antropiche sin dagli anni Sessanta del secolo scorso, sono state successivamente esplorate da diversi sodalizi speleologici sino a mettersi in evidenza con sviluppi metrici ragguardevoli, tra i più lunghi oggi noti in Calabria. Ben presto, tuttavia, la vasta mole di dati derivanti da studi e ricerche condotte da singoli studiosi o enti di ricerca è andata disperdendosi e frammentandosi. D’altro canto recenti esplorazioni e scoperte hanno messo in evidenza l’esistenza di nuove emergenze ipogee e di giacimenti archeologici e/o paleontologici in precedenza del tutto ignoti. Il Progetto speleo-archeologico “Cassano allo Ionio 2017” è finalizzato a porre rimedio a queste lacune; il suo scopo, in particolare, è quello di pervenire ad un censimento puntuale delle cavità esistenti in loco, alla ricostruzione della loro storia esplorativa, alla creazione di un database di dati speleometrici, all’individuazione di misure utili alla tutela dei maggiori siti d’interesse speleo-archeologico. Tutto ciò è stato precedentemente concordato con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le Province di Catanzaro, Cosenza e Crotone nonché col Comune di Cassano allo Ionio che, prendendo atto delle linee guida del progetto, le hanno fatte proprie autorizzando le attività in programma.

I tempi del Progetto

Il progetto si svolgerà in un arco di tempo di 6 mesi, da gennaio a giugno 2017, e sarà articolato nelle seguenti fasi:

gennaio-febbraio 2017

  • digitalizzazione della documentazione già esistente sui fenomeni ipogei del luogo;
  • ricognizioni di superficie, censimento degli ingressi e loro preciso posizionamento geografico.

marzo-maggio 2017

  • interventi di esplorazione e documentazione speleo-archeologica “sul terreno”;
  • interventi di tutela in cavità naturali a rischio di manomissioni.

giugno 2017

  • attività di catalogazione e documentazione in laboratorio di reperti archeologici;
  • organizzazione e riordino generale della documentazione speleologica acquisita.

L’avvio delle attività sarà preceduta da una riunione organizzativa, alla presenza di tutti i partecipanti, che sarà tenuta a Cassano allo Ionio agli inizi di dicembre 2016.

Come partecipare

Coloro che sono interessati a prender parte al Progetto devono compilare un’apposita domanda di partecipazione, scaricabile cliccando qui. La domanda va inviata entro il 30 novembre 2016 a felicelarocca1964@gmail.com. L’adesione al Progetto comporta una disponibilità individuale di tempo di almeno 3 giorni al mese esclusi i viaggi di andata/ritorno. Tutti i partecipanti, e i loro enti di appartenenza, verranno menzionati in ogni manifestazione, pubblicazione o iniziativa finalizzata a far conoscere i risultati delle ricerche effettuate. Alla domanda di partecipazione va acclusa anche la copia della propria carta d’identità insieme ad una dichiarazione di rinuncia al premio di rinvenimento nel caso di scoperta di testimonianze di carattere storico-archeologico. Il modulo di rinuncia del premio di rinvenimento può essere scaricato cliccando qui.

Risultati delle ricerche

Saranno presentati al pubblico entro la fine dell’anno 2017, in sedi e date che verranno stabilite successivamente.

Note

Il Progetto speleo-archeologico “Cassano allo Ionio 2017” opererà nel completo rispetto di eventuali esplorazioni e/o ricerche condotte da altri enti operanti ufficialmente sul territorio.

Galleria fotografica

cassano1cassano3cassano2

 

 

 

 

 

 

Accedi all’area riservata